Adista
Dom 26 ottobre 2014
Adista ::. Archivio anno 2007 ::. Adista Notizie n. 45
-
 
Login
Password
Clicca qui per ricevere
copie saggio di Adista

Ultime edizioni pubblicate Ultime edizioni pubblicate Adista Notizie n. 38 - 01 novembre 2014 Adista Documenti n. 38 - 01 novembre 2014 Adista Contesti n. 43 - 01 dicembre 2012 Adista Segni nuovi n. 37 - 25 ottobre 2014


  • LA RISACCA. Il lavoro senza lavoro
  • Terra rossa. Viaggio nel cuore della Tanzania
  • BENEDIZIONE DELLE COPPIE OMOSESSUALI
  • LA VIA APERTA DA GESU'
  • Il processo all'Isolotto
  • PAPA FRANCESCO: LA RIVOLUZIONE DEI GESTI
  • MARITO & MARITO
  • CORREGGERE LA CHIESA. CONFESSIONI DI UN VESCOVO
  • CONCILIO E ANTICONCILIO
  • LA VIA APERTA DA GESU' /2 Marco
  • SPECIALE TEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE
  • DIVINO NATURALE. La teologia in ascolto della scienza
  • FINANZA E POTERE NELLA CHIESA
  • IL DISSENSO SOFFOCATO. UNA AGENDA PER PAPA FRANCESCO
  • Amore e comunione nel matrimonio. Testi della tradizione cristiana
  • Lasciatemi cantare. L'ethos diffuso degli italiani.
  • LA CHIESA DI TUTTI
  • CRISI. La rapina impunita
  • Habemus papam
  • Gesu' e le persone omosessuali
  • Calendario
  • La lunga marcia dei SENZA TERRA
  • Ripensare il mondo con IVAN ILLICH
  • Agenda latinoamericana 2015
  • MAMMA, PERCHE' DIO E' MASCHIO?
  • COME IN CIELO, COSI' IN TERRA


Adista notizie Segnala/Condividi

"PRO MULTIS" VUOL DIRE "PER TUTTI". IN GERMANIA
DUE CONSIGLI PRESBITERALI RIFIUTANO LA TRADUZIONE VATICANA

33941. ROTTENBURG-ADISTA. La votazione si è svolta in modo democratico ed ha dato un verdetto chiaro: nella formula liturgica della transustanziazione si continuerà a tradurre la formula latina pro multis con l’espressione per tutti, e non per molti come voluto dal papa. A “disobbedire” alla prescrizione vaticana di cambiare la traduzione, voluta da Benedetto XVI e da lui “commissionata” alla Congregazione per il Culto divino e la Disciplina dei Sacramenti del card. Francis Arinze, sono stati - ne dà notizia in questi giorni la stampa tedesca - due consigli presbiterali diocesani tedeschi, quello di Rottenburg-Stuttgart e quello di Augsburg.
Andando contro la lettera che Arinze, lo scorso ottobre, ha inviato ai presidenti delle Conferenze episcopali nazionali sulla questione, (v. Adista n. 87/06), il Consiglio presbiterale di Rottenburg-Stuttgart, durante un incontro svoltosi il 25 aprile scorso, ha votato a favore del mantenimento della traduzione inclusiva per tutti, giudicando quella del Vaticano, per molti, ambigua “al giorno d’oggi”. “La promessa di salvezza di Dio – si legge in un comunicato stampa diffuso dallo stesso Consiglio presbiterale – vale per tutte le persone. Questa verità di fede è espressa nel modo più chiaro nella formula ‘per tutti’ della preghiera”.”La comprensione corretta” del testo non deve dipendere dai commenti ad esso, affermano i religiosi di Rottenburg: il testo biblico originale afferma che Cristo è morto per tutti, ed ogni uomo può e deve decidere se accettare l’offerta di salvezza di Gesù.
Un mese e mezzo prima, era stato il Consiglio presbiterale di Augsburg ad esprimere la stessa scelta. Il consiglio presbiterale della diocesi ha chiesto al vescovo, mons. Walter Mixa, di “promuovere presso il Vaticano e presso la Conferenza episcopale tedesca” la possibilità di continuare a tradurre l’espressione del Messale romano pro multis con per tutti. Subito prima del voto, è intervenuto alla riunione del Consiglio presbiterale il preside dell’Accademia Cattolica della Baviera, p. Florian Schuller, sottolineando che la storia dei testi centrali della liturgia è “scritta profondamente nelle coscienze” e che un cambiamento come quello prescritto da Roma rischia di provocare polarizzazioni e proteste a livello di parrocchie: “Che tutti i preti ad un certo momento passino improvvisamente dal ‘per tutti’ al ‘per molti’ è, in base alle esperienze degli ultimi decenni, alquanto improbabile”. (ludovica eugenio)



Adista Società Cooperativa a Responsabilità Limitata - via Acciaioli 7, 00186 Roma - P.I. 02139891002 - Iscrizione ROC N. 6977
www.cdbitalia.it/giovani      www.oreundici.org
 

CSS Valido!